In offerta!

Libertaria Volume 2

Molti hanno dell’anarchia una idea assai superficiale, se non del tutto distorta. La propaganda martellante da parte dello Stato, e l’approccio passionale e irrazionale di molti auto-proclamati anarchici, hanno minato alla base l’anarchia come concezione e come pratica. Oggi, in una fase storica di profonda crisi dello Stato territoriale, è tempo di riportare alla luce alcuni scritti che, nonostante il passare del tempo, mantengono una freschezza e una lucidità straordinarie, e che per questo costituiranno forse motivo di disturbo per molti anarchici tradizionalisti e anti-anarchici viscerali.

Libertaria è il più ambizioso progetto antologico mai portato avanti sul tema dell’anarchia. I trecento saggi contenuti in questa collezione di cinque volumi mostrano non solo che la concezione e la pratica anarchica sono attualmente più che mai valide, ma ci offrono anche la possibilità di riflettere sulla crisi e sulla degenerazione di un potere dominante che non ha più ragione di essere.

21,70

COD: GPdB-003 Categoria:

Autore

Gian Piero de Bellis

Gian Piero de Bellis

Milanese di nascita, Gian Piero de Bellis è uno dei più importanti storici e studiosi dell'anarchia. Gestisce il centro di Documentazione e Ricerca "World Wide Wisdom" a Saint-Imier, nel Jura bernese.
Con D Editore ha curato la pubblicazione di "Panarchia" e del progetto "Libertaria".

Indice del secondo volume:

Stato
Introduzione
1 – (1844) Max Stirner, Sullo Stato
2 – (1849) Pierre-Joseph Proudhon, Lo Stato: natura, obiettivi, destino
3 – (1873) Mikhail Bakunin, Sullo Stato
4 – (1877) Arthur Arnould, Sovranità dello Stato o sovranità del popolo
5 – (1879) Pëtr Kropotkin, La decomposizione degli Stati
6 – (1880) Carlo Cafiero, Contro lo Stato popolare
7 – (1896-1897) Pëtr Kropotkin, Lo Stato e il suo ruolo nella storia
8 – (1902) Warlaam Tcherkesoff, Lo Stato e l’economia sociale
9 – (1905) Lev Tolstoj, Sullo Stato
10 – (1910) Gustav Landauer, Uomini di Stato deboli, popolo ancora più debole!
11 – (1927) Clarence Lee Swartz, Lo Stato
12 – (1932) Erich Mühsam, Sullo Stato capitalista
13 – (1936) Camillo Berneri, Abolizione ed estinzione dello Stato
14 – (1937) Rudolf Rocker, Lo Stato
15 – (1937) Emmanuel Mounier, La storia degli Stati, storia del martirio del popolo 

Potere – Autorità – Ordine
Introduzione
16 – (1850) Anselme Bellegarrigue, L’anarchia è ordine
17 – (1859) Joseph Déjacque, Il potere – La dittatura (Abbasso i capi)
18 – (1860) Josiah Warren, L’obbedienza volontaria
19 – (1871) Mikhail Bakunin, Sull’autorità
20 – (1873) Sigmund Engländer, Lo Stato e la legge
21 – (1881) Pëtr Kropotkin, Sull’ordine
22 – (1882) Lysander Spooner, La legge di natura
23 – (1882) Pëtr Kropotkin, La legge e il potere
24 – (1896) Pietro Gori, Il vostro “ordine” e il nostro “disordine”
25 – (1911) Luigi Fabbri, Sull’autorità
26 – (1920) Alexei Borovoj, Anarchia e legge
27 – (1923) E. Armand, Sull’autoritarismo
28 – (1924) Auro d’Arcola, Politica e Anarchia
29 – (1937) Emmanuel Mounier, Autorità e potere
30 – (1973) Colin Ward, La teoria dell’ordine spontaneo
31 – (1983) Amedeo Bertolo, Potere, autorità, dominio 

Patriottismo – Nazionalismo – Militarismo
Introduzione
32 – (1870) Adhemar Schwitzguébel, La guerra e la pace
33 – (1894) Lev Tolstoj, Sul patriottismo
34 – (1904) Elisée Reclus, Il patriottismo e l’amore per l’umanità
35 – (1905) Associazione Internazionale Antimilitarista, Appello ai coscritti
36 – (1905) Albert Libertad, Il bestiame patriottico
37 – (1908) Emma Goldman, Patriottismo: una minaccia alla libertà
38 – (1909) Lev Tolstoj, Intervento al Congresso sulla Pace di Stoccolma
39 – (1912) Jean Grave, La colonizzazione
40 – (1914) Luigi Bertoni, La patria infame
41 – (1915) Paolo Schicchi, La guerra e la civiltà
42 – (1918) Randolph Bourne, La guerra è la salute dello Stato
43 – (1934) Georges Bastien, Sul militarismo
44 – (1952) Dorothy Day, Contro tutte le guerre
45 – (2015) Tomás Ibáñez, Sul nazionalismo

Violenza – Nonviolenza – Intolleranza – Spiritualità
Introduzione
46 – (1836) Mikhail Bakunin, Sulla religione
47 – (1899) Stephen T. Byington, Anarchia e violenza
48 – (1900) Lev Tolstoj, Gli anarchici e la violenza
49 – (1908) Lev Tolstoj, Contro la violenza
50 – (1909) Ferdinand Domela Nieuwenhuis, Gli strumenti del potere
51 – (1924) Errico Malatesta, Anarchia e violenza
52 – (1928) Pierre Ramus, Lo Stato e la violenza
53 – (1929) Alexander Berkman, Anarchia è sinonimo di violenza?
54 – (1936) Camillo Berneri, Anarchismo e anticlericalismo
55 – (1937) Bart de Ligt, Anarchia e nonviolenza
56 – (1937) Emmanuel Mounier, Anarchia e persona
57 – (1947) Andrea Caffi, Critica della violenza
58 – (1954) Ammon Hennacy, Un cattolico anarchico
59 – (1967) Dorothy Day, Ricordi di una anarchica
60 – (1988) Jacques Ellul, Anarchia e cristianesimo