fbpx

Recensioni

18951494_10155360945653407_7801467027555837841_n

“PANARCHIA” su GLI STATI GENERALI!

18951494_10155360945653407_7801467027555837841_n

Su “Gli stati generali“, Enrico Pitzianti, è tornato a scrivere su PANARCHIA. Questa volta Pitzianti esprime dei dubbi, condivisi con l’autore del libro Gian Piero de Bellis.

 

Lo spazio che separa le idee politiche dalla loro possibile applicazione risiede nell’interpretazione che si darà di quelle idee – un po’ come un decreto attuativo serve a una legge emanata dal parlamento. Il come colmare questo gap di applicabilità è l’urgenza di qualunque interessato o curioso, si tratta della ricerca di un aggancio con la realtà. Ed è proprio ciò che ho fatto leggendo Panarchia: ne ho immaginato l’applicabilità, la congruenza con le regole vigenti e con l’etica che ne costituisce le fondamenta, così come ho pensato alle possibili criticità e le possibilità di “influenza” che un’idea simile potrebbe avere sul dibattito pubblico contemporaneo.

 

Vale davvero la pena di leggerla! Potete continuare qui!
E come al solito: buona lettura!

Battle_of_Pavia-794x412

“PANARCHIA” su L’indiscreto!

Battle_of_Pavia-794x412

Su “L’indiscreto“, Enrico Pitzianti, ha pubblicato una bella e lunga recensione riguardo del nostro PANARCHIA, scritto da Gian Piero de Bellis.

Tra i nuovi arrivi nella galassia libertaria c’è una formula che convince perché propone, finalmente, di prescindere davvero dal territorio. Prenderlo per quel che è, suolo calpestabile da genti diverse, non necessariamente coese, potenzialmente inconciliabili per religione, abitudini e idee politiche. La formula è adatta ai tempi – o forse è fortunata per via delle modalità con cui è riemersa dalle scartoffie di un botanico belga. Ed eccoci qui: benvenuta, “panarchia”. La proposta libertaria dove oltre al lasciar fare e lasciar passare, si prova a risolvere (assecondandola) la necessità di prescindere dal suolo su cui le idee circolano.

Vale davvero la pena di leggerla! Potete continuare qui!
E come al solito: buona lettura!

 

“La fine dell’invecchiamento” su Fantascienza.com!

Questa settimana finisce con una sorpresa davvero gradita! Il mitico Sandro Battisti - in arte Zoon - ha pubblicato una lunga ed approfondita recensione riguardo La fine dell'Invecchiamento di Aubrey de Grey, niente popò di meno che su Fantascienza.com, la storia rivista di fantascienza online! In questa recensione, Battisti approfondisce molto le pieghe che un mondo post-invecchiamento potrebbe nascondere, sia Eccovi un estratto: Ragazzi, non vi aspettate voli pindarici di fantasia e poesia, il Transumanesimo è una disciplina dura, scientifica: se non sopportate i romanzi di Greg Egan, perché troppo hard, sappiate che qui troverete un libro che è intriso di...

Continue Reading →

“La fine dell’Invecchiamento” su MOTHERBOARD!

Quando è stato pubblicato, nel 2007, Ending Aging ha sconvolto il panorama bioetico mondiale. Frutto di anni di ricerca del biogerontologo inglese Aubrey De Grey, e scritto in collaborazione con il suo assistente Michael Rae, il libro proponeva per la prima volta nella storia della medicina moderna una vera e propria cura per l'invecchiamento. A quasi dieci anni di distanza, la notizia è che da qualche giorno è finalmente disponibile l'edizione italiana, edita da D Editore, dal titolo La fine dell'invecchiamento: Come la scienza potrà esaudire il sogno dell'Eterna Giovinezza. Così inizia la bella recensione-intervista di Antonella de Biase per...

Continue Reading →

“Superficie, Tessuto, Corpo” su il Sole 24 Ore

1Su Il Sole 24 ORE, Luigi Prestinenza Puglisi pubblica un bell’articolo su uno degli ultimi edifici di Giovanni Vaccarini a Giulianova, dove si parla anche del nostro Superficie, Tessuto, Corpo!

Nel suo recente libro, “Superficie, tessuto, corpo”, uscito nel febbraio di quest’anno per i tipi della D Editore, Giovanni Vaccarini racconta il suo approccio: «La nostra appartenenza culturale ci porta ad attingere ad un patrimonio storico e figurativo che viene costantemente alimentato dagli apporti di altre culture». E ciò attiva un continuo processo di mutazione che investe ogni tipologia architettonica e insediativa: anche quelle appartenenti a realtà urbane semplici come la città alta di Giulianova, dove Giovanni Vaccarini disegna un articolato organismo polifunzionale per rispondere alla sfida, altrimenti banale, di un intervento di sostituzione edilizia

Potete continuare a leggere l’articolo di Luigi Prestinenza Puglisi al link: http://bit.ly/25RSED3
Ed ovviamente: grazie Luigi!

Riccardo Campa ad “Eta Beta”!

Il 28 maggio 2015, Riccardo Campa è stato ospite al dibattito di Eta Beta, programma diretto da Massimo Cerofolini per Radio Rai! Si è parlato di transumanesimo, di etica, di longevismo, insomma si è parlato dei temi portanti de La Specie Artificiale!Se volete riascoltare il dibattito potete visitare il sito di Radio Rai, oppure scaricare l’mp3 a questo link!

Continue Reading →