D-Blog

SECONDO NOME: HUNTINGTON su GLI STATI GENERALI!

huntington_2-800x540

20170727_161947Solitamente, usiamo l’estate per organizzare il lavoro del nuovo anno editoriale. Eppure, quest’anno ci siamo concessi uno straordinario davvero straordinario. Tutto iniziò quando Davide Crippa, giovane designer e promotore culturale monzese, ci ha porposto di diventare gli editori di un progetto davvero incredibile, SECONDO NOME: HUNTIGTON, un progetto-catalogo che nasce da un’idea semplicissima: come può il design, e l’architettura, aiutare in modo creativo la vita quotidiana dei malati di Huntigton?
Cos’è l’Huntigton? Be’, è una malattia rara che oltre a causare tremori e difficoltà nel coordinamento dei movimenti, porta ad una progressiva degenerazione del coordinamento cognitivo. Il progredire lento della malattia spesso l’ha resa meno spettacolare di altre malattie rare, e per questo meno famosa. Ma facendo anche solo banale una ricerca su internet, possiamo capire quanto la quotidianeità di queste persone sia complessa. E così, da questo progetto è uscito un libro ed una mostra a La Triennale di Milano

Ringrazio quindi di cuore Marco Ragonese, che ha deciso di investire tempo ed energie per scrivere una bellissima recensione su GLI STATI GENERALI in cui si parla del progetto di Davide e soprattutto del libro!

Aprire una fialetta, mettere il cappuccio alla biro, sedersi sul water, indossare un vestito o cercare un appoggio in casa sono diventati i “contesti” che i progettisti hanno scelto nell’ampio territorio dell’Huntington, realizzando degli oggetti – grazie alla collaborazione di alcuni tra i più noti Fab Lab italiani – che contengono una carica poetica enorme, quasi commovente.

Grazie di cuore Marco per averci aiutato a divulgare questo progetto!

Se volete continuare a leggere la recensione, potete andare qui
Se invece volete saperne di più sul libro, potete andare qui

Facebook Comments