Giugno 2017

18951494_10155360945653407_7801467027555837841_n

“PANARCHIA” su GLI STATI GENERALI!

18951494_10155360945653407_7801467027555837841_n

Su “Gli stati generali“, Enrico Pitzianti, è tornato a scrivere su PANARCHIA. Questa volta Pitzianti esprime dei dubbi, condivisi con l’autore del libro Gian Piero de Bellis.

 

Lo spazio che separa le idee politiche dalla loro possibile applicazione risiede nell’interpretazione che si darà di quelle idee – un po’ come un decreto attuativo serve a una legge emanata dal parlamento. Il come colmare questo gap di applicabilità è l’urgenza di qualunque interessato o curioso, si tratta della ricerca di un aggancio con la realtà. Ed è proprio ciò che ho fatto leggendo Panarchia: ne ho immaginato l’applicabilità, la congruenza con le regole vigenti e con l’etica che ne costituisce le fondamenta, così come ho pensato alle possibili criticità e le possibilità di “influenza” che un’idea simile potrebbe avere sul dibattito pubblico contemporaneo.

 

Vale davvero la pena di leggerla! Potete continuare qui!
E come al solito: buona lettura!

Battle_of_Pavia-794x412

“PANARCHIA” su L’indiscreto!

Battle_of_Pavia-794x412

Su “L’indiscreto“, Enrico Pitzianti, ha pubblicato una bella e lunga recensione riguardo del nostro PANARCHIA, scritto da Gian Piero de Bellis.

Tra i nuovi arrivi nella galassia libertaria c’è una formula che convince perché propone, finalmente, di prescindere davvero dal territorio. Prenderlo per quel che è, suolo calpestabile da genti diverse, non necessariamente coese, potenzialmente inconciliabili per religione, abitudini e idee politiche. La formula è adatta ai tempi – o forse è fortunata per via delle modalità con cui è riemersa dalle scartoffie di un botanico belga. Ed eccoci qui: benvenuta, “panarchia”. La proposta libertaria dove oltre al lasciar fare e lasciar passare, si prova a risolvere (assecondandola) la necessità di prescindere dal suolo su cui le idee circolano.

Vale davvero la pena di leggerla! Potete continuare qui!
E come al solito: buona lettura!