Giugno 2016

Che cos’è la “crowdculture”?

Negli ultimi anni si è sentito parlare con sempre maggior insistenza di crowdfunding, una tecnica che, a quanto pare, sarebbe in grado di risolvere ogni problema di qualsiasi startup, ente pubblico o grande impresa. Secondo la pagina di Wikipedia, il crowdfunding (dall'inglese crowd, folla, e funding, finanziamento), è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse. Per l'autore della pagina di Wikipedia, uno degli aspetti principali della pratica del crowdfunding sarebbe quello economico. Eppure, non è...

Continue Reading →

And the winner is…

Cari amici e lettori, il 27 maggio, durante Architects meet in Fuoribiennale, organizzato dall'AIAC e da Press/Factory, abbiamo assegnato il premio per la seconda edizione delDiastizein Price! È stata una bellissima occasione di scambio e confronto, nella straordinaria scenografia veneziana di palazzo Widmann! Questa è la seconda edizione del nostro DiaStízein Prize (il primo fu vinto daGiacomo Pala), e siamo felici di essere riusciti a creare qualcosa che sembra poter durare nel tempo! Lo scopo del nostro premio è quello di dare la possibilità a dei giovani talenti di raggiungere uno degli obiettivi principali per chi vuole intraprendere un percorso di ricerca, ossia pubblicare un libro....

Continue Reading →

“Superficie, Tessuto, Corpo” su il Sole 24 Ore

1Su Il Sole 24 ORE, Luigi Prestinenza Puglisi pubblica un bell’articolo su uno degli ultimi edifici di Giovanni Vaccarini a Giulianova, dove si parla anche del nostro Superficie, Tessuto, Corpo!

Nel suo recente libro, “Superficie, tessuto, corpo”, uscito nel febbraio di quest’anno per i tipi della D Editore, Giovanni Vaccarini racconta il suo approccio: «La nostra appartenenza culturale ci porta ad attingere ad un patrimonio storico e figurativo che viene costantemente alimentato dagli apporti di altre culture». E ciò attiva un continuo processo di mutazione che investe ogni tipologia architettonica e insediativa: anche quelle appartenenti a realtà urbane semplici come la città alta di Giulianova, dove Giovanni Vaccarini disegna un articolato organismo polifunzionale per rispondere alla sfida, altrimenti banale, di un intervento di sostituzione edilizia

Potete continuare a leggere l’articolo di Luigi Prestinenza Puglisi al link: http://bit.ly/25RSED3
Ed ovviamente: grazie Luigi!